skip to Main Content

C’è una crepa in ogni cosa, è così che entra la luce.

C’è Una Crepa In Ogni Cosa è Cosi Che Entra La Luce

C’è una crepa in ogni cosa, è così che entra la luce.

Cari tutti,

grande o piccola che sia, non è difficile riconoscere che in tutti noi c’è una ferita che ci fa essere inquieti, scavata dai nostri dubbi, dalle paure e talvolta da laceranti dolori. E’ una caratteristica umana originale, è quindi un difetto? Noi pensiamo di no, la consideriamo piuttosto una condizione per metterci in moto, per seguire le nostre domande e scoprire dove esse ci portano.

Il dramma di centinaia di migliaia di persone che emigrano dalle loro terre è una tragedia sociale di dimensioni mondiali. Vogliamo occuparci di questo tema nel nostro prossimo incontro, domandandoci se anche in questo contesto la ferita di popoli interi ci porti nuova speranza.

Il titolo del prossimo Incontro Esistenziale è preso dalla canzone “Anthem” di Leonard Cohen: “C’è una crepa in ogni cosa, è così che entra la luce”. Per dialogare su questo tema abbiamo allora invitato Eraldo Affinati, scrittore e insegnante, presidente dell’Associazione Penny Wirton , che da 10 anni coordina in tutta Italia una fitta rete di scuole per l’insegnamento della lingua italiana agli immigrati. Le scuole nascono dall’insegnamento di don Lorenzo Milani e sono strutturate mettendo al centro la qualità della relazione umana, in un rapporto individuale tra studenti e docenti volontari.

Introdurrà l’incontro Giorgio Paolucci, giornalista e scrittore, curatore della mostra “Nuove generazioni. I volti giovani dell’Italia multietnica” presentata al Meeting di Rimini la scorsa estate.

Nel corso della serata ci sarà spazio anche per testimonianze di insegnanti e studenti della scuola Penny Wirton di Villanova di Castenaso (Bologna) e di studenti del nostro ateneo che hanno curato una mostra realizzata sul tema delle nuove generazioni nell’Italia multietnica, intervistando alcuni loro compagni di studio. Per chi vorrà, a partire dalle ore 17.00, sarà possibile visitare la mostra presso la sede di Illumia.

Le conclusioni dell’incontro saranno affidate al nostro Vescovo S.E. Mons. Matteo Maria Zuppi.

Vi aspettiamo venerdì 11 maggio alle ore 21.00, presso l’Auditorium di Illumia in via De’Carracci 69/2.

Nel seguito potete trovare l’invito che vi preghiamo di estendere a tutti coloro che ritenete interessati.

Un caro saluto,

Francesco Bernardi
Presidente dell’Associazione Culturale per gli Incontri Esistenziali


Back To Top